Sarà difficile diventar grande

Una settimana fa era difficile da accettare, oggi è impossibile…

Non so ancora se tutto questo faccia parte di un qualche crudele gioco delle parti, in cui c’è realmente chi ha diritto di decidere la tua felicità, di strapparti alla vita perché é giunto il momento, sai anche tu quanto poco ci credessi…quello che più mi fa male é l’immediatezza, quell’istante che non ti concede proroghe, o sei pronta o ti arrangi, la vita è questa, la vita fa schifo e devi tirar fuori una forza che non puoi avere, altrimenti rimani indietro, impantanata in una sofferenza che ti é piovuta in testa in un secondo, un attimo in cui tutto é cambiato. 

E parlo di crudeltà si, perché smetti semplicemente di esistere, tu che evidentemente avevi il diritto di essere tutto per qualcuno solamente perché respiravi, mangiavi, dormivi, non lo so…ma da te non ho avuto carne, sangue, vene e sinapsi, ho avuto amore inarrestabile, appoggio,  esempio costante, rimproveri ed emozioni; non posso accontentarmi di chiudere il tuo involucro da qualche parte, io voglio sapere dove sei finito!

Si sono arrabbiata, non so con chi dovrei esserlo, ma lo sono…voglio che qualcuno mi spieghi tutto questo chi lo ha stabilito, perché non sento più la tua voce al telefono, perché non posso più dire “ho bisogno di lui”. 

Sei stato, dall’istante stesso in cui ho aperto gli occhi, il grande amore della mia vita, il mio punto di riferimento, l’unica certezza che mai avrei messo in discussione e ora ti chiedo : cosa devo fare?

Dovrei convincermi che sei qui accanto a me, la tua mano stretta intorno alla mia come 7 giorni fa? 

Mi manchi nonno, mi manchi da morire… 

 

Annunci